• Mer. Nov 30th, 2022

Amiâ Zena

Genova è la città più bella del mondo!

Quando ero molto piccolo mio papà mi raccontava sempre la favola di Piotre, il bambino più forte del mondo!

Ogni giorno aggiungevamo qualcosa, un personaggio, una storia, un mistero… un ladro di caramelle che poi si scopriva essere il Gabibbo, un uomo che sapeva parlare con gli animali… e infine degli animali “particolari”

Questo è il racconto che avevamo scritto e stampato su carta fotografica tramite un sito; e poi regalato ai nonni, cugini e alcuni amici per Natale anni fa… buona lettura P.

Dimenticavo… volete fare un esperimento? Provate a leggere il racconto con in sottofondo una di queste musiche:

Il Circo Quadrato…

Pochi giorni fa, in un paese vicino vicino…

Pochi giorni fa in un paese vicino vicino, successe una cosa molto insolita. Arrivò una lunghissima carovana tutta colorata e appena si fermò, tantissimi piccoli omini gialli iniziarono a correre velocissimi di qua e di là…

Questi piccoli omini erano vestiti tutti di BLU e avevano un cappellino da baseball tutto COLORATO con in cima una piccola elica.

Quando l’elica iniziò a girare presero il volo come piccoli elicotteri…

In men che non si dica questi piccoli omini volanti, unendo tantissimi teloni, costruirono quello che sembrava un grandissimo cubo nero…

Sulla cima di questo enorme tendone nero invece di esserci le bandierine segnavento, c’era una banderuola dalla strana forma che assomigliava in qualche modo ad uno strano animale…

Sopra quella che sembrava la porta di ingresso di questo tendone, c’era una grossa scritta:

BENVENUTI AL CIRCO QUADRATO!!!

Accanto al circo c’era un cartello con scritto:

ASSAC

e dentro c’era uno strano personaggio che diceva:

​”entrate e godetevi lo spettacolo, è tutto gratis, se lo troverete di vostro gradimento, vi regaleremo 5 euro!”

Entrati in questo strano circo una volta che tutti gli spettatori presero posto, si spensero le luci e al centro della pista sbucò come per magia un signore altissimo e magrissimo.

“Buona sera a tutti, il mio nome è Signor Weiss!” disse il signore

Dovete sapere che Weiss in tedesco significa BIANCO, ma al contrario del suo nome, l’alto e magro signore era vestito prevalentemente di nero.

Cappello a cilindro nero, giacca e camicia nere, lunghi pantaloni neri e scarpe nere.

L’unica cosa che il signor Weiss aveva di bianco erano una lunga cravatta bianca, ovviamente con pois neri e due lunghe trecce bianche come se fosse una bambina!

“Che strana persona!!!” pensarono tutti i presenti…

Un rullo di tamburi, uno sparo di cannone, una pioggia di coriandoli e il Signor Weiss iniziò la sua introduzione:

“Signore e Signori buonasera e benvenuti al Circo Quadrato.

Questa sera non vedrete nessuna magia, nessun trucco e nessun inganno.

Questa sera vedrete uno spettacolo che solo il circo quadrato può presentare…

Ma bando alle ciance e che lo show abbia inizio!!!”

Non appena il signor Weiss ebbe finito la sua presentazione, da dietro ad un sipario entrarono degli strani animali…

Avevano una verde e morbida pelliccia da pecora e le zampe e la testa che sembravano quelle di una rana…

“Signore e Signori ecco a voi le PecoRane…” disse il signor Weiss

“Questi fantastici animali sono in grado di farvi addormentare in un attimo…

Contatele mentre saltano e lasciatevi cullare dal loro dolce gracidare…”

Con lunghi balzi, piano piano, tutte le PecoRane uscirono dalla pista e fu il turno di un altro animale assurdo…

“Ecco a voi il ToPollo…” disse Weiss con orgoglio… “il ToPollo mangia solo formaggio con i vermi e dentro alle sue uova c’è un composto per fare ottime omelette al formaggio..

Una volta che il ToPollo, squittendo e mangiando tutti i vermetti che saltavano fuori dal formaggio, fu uscito…

“Signore e signori è il turno del PipiStruzzo”

Da dietro il sipario entrò facendo lunghi balzi uno strano animale, mezzo struzzo e mezzo pipistrello…

“Questo esemplare non è ancora capace di volare e fa grandi uova nere con le ali…

è perfetto per rasare l’erba del giardino e tiene lontane le zanzare!!!”

Lo spettacolo andò avanti per molte ore…

Ci fu la presentazione dell’IppoCeronte, della TarTarantola, del GiraLupo, del CoccoDrago e molti altri animali strani…

…ma anche lo spettacolo dell’uomo cannone, che aveva in testa uno scolapasta invece del casco e un tappo di sughero in bocca…

“per non fare entrare i moscerini quando sono in volo…” diceva…

E infine lo spettacolo di

Piotre il Bambino più Forte del Mondo

Ma questa è una storia che vi racconteremo nella prossima puntata…

2 commenti su “Il Circo Quadrato… una storia vera!?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *