• Mer. Nov 30th, 2022

Amiâ Zena

Genova è la città più bella del mondo!

Ciao Pirati dei Ratti, oggi voglio raccontarmi quando ho pescato il mio primo pesce!

Era la sera delle stelle cadenti di due anni fa, avevo otto anni e non avevo mai preso una canna da pesca in mano…

Partimmo con papà da casa con la valigetta con dentro ami ed esca, la canna della decathlon che avevamo comprato qualche ora prima, certi di tornare a mani vuote…

La mamma e mia sorella si fermarono a giocare in spiaggia mentre io e mio papà ci arrampicammo sugli scogli e ci posizionammo facendo cadere la valigetta e rischiando di perdere tutto quello che c’era dentro.

Era la prima volta che usavamo la pastura (formaggio e pane) e non sapevamo praticamente nulla, avevamo appena imparato quindi non ci aspettavamo granché.

Ci mettemmo a pescare solo con un galleggiante, un amo e una pallina di pastura… era sera e non sapevamo che dovevamo controllare il galleggiante, così tenevamo la canna forte in mano.

Alle 22:00 il mare iniziò ad agitarsi, sembrava che fosse arrabbiato con noi perché cercavamo di rubargli i pesci, dopo circa un ora le onde salirono tanto quasi da prenderci, così decidemmo di allontanarci per guardare le stelle cadenti.

Era caldo, non c’era la luna e le luci della città rimanevano nascoste dagli scogli… la condizione perfetta per guardare le stelle cadenti.

Lasciammo la canna in pesca mentre guardavamo le stelle… ad un certo punto mio papà ne vide due cadere una dopo l’altra… io demoralizzato tornai alla canna, pronto a tornare a casa!

Ad un certo punto la canna si mise a vibrare e sembrava che fosse impazzita, così chiamai mio padre e gli dissi: “papà la canna si è messa a vibrare!” Lui ridendo lo disse: “ti vibra il cervello!!! :)” … “no, no vieni a sentire!!!”

Corse da me e visto che non sapevo cosa dovevo fare mi aiutò a tirarlo su… quando arrivò da noi vedemmo un pesce argentato con una macchia nera sulla coda, non sapevamo cosa fosse… ora so che era un’occhiata!

Non era un pesce grande ma nonostante ciò appena la vidi mi misi ad urlare e saltare dalla gioia!

Eravamo così inesperti che non avevamo ne secchio, ne slamatore… niente! Così visto che aveva ingoiato tutto tagliammo la lenza e la mettemmo dentro ad un sacchetto impermeabile che chiudemmo dentro alla valigettta porta oggetti!

Erano le 23:59, mia mamma era ancora in spiaggia con mia sorella e quindi andammo da loro, ero contentissimo!!!

Nel tragitto tra gli scogli e la spiaggia ad un certo punto a mio papà cadde il telefono in mare!!!

Fortunatamente la luce era accesa e il telefono era impermeabile se no avrebbe perso un telefono appena comprato!!!

Il giorno dopo per cena mangiai fish and chips!!! Fu il pesce più gustoso che avevo mai mangiato!!!

Da quella esperienza abbiamo capito un mucchio di cose, come si fanno i terminali, come si innescano le esche e quali usare… e specialmente che sugli scogli bisogna stare attenti e non andare con il telefono in mano se no rischi di perdere tutto!!!

Quale è stato il primo pesce che avete pescato? Vi ricordate dove lo avete preso?

Se vi fa piacere iscrivetevi alla mia newsletter per rimanere aggiornati sui miei racconti!

Ciao P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *