• Mer. Nov 30th, 2022

Amiâ Zena

Genova è la città più bella del mondo!

Apple Pie!!! Amia che ricetta

Diwp_1070568

Mag 9, 2022

Ciao Pirati dei Ratti!!!

Molti anni fa i genitori della mia bisnonna si trasferirono negli USA. Ebbero diversi figli e a parte la mia bisnonna e una sua sorella rimasero in America a vivere, dove ora vivono diversi zii e cigini.

Prima del COVID venivano spesso a trovarci a Genova la cugina della nonna Maria con suo marito. Un giorno quando avevo circa 5 anni la “Zia Maria” insegnò due ricette che mi piacevano molto a papà: la Cheesecake e la Apple Pie.

La Apple Pie la facciamo abbastanza spesso in casa e così, anche se non è una ricetta genovese, abbiamo deciso di condividerla con voi!

La Apple Pie della Zia Maria

La versione della zia prevede due versioni: quella con la classica pasta brisée oppure quella con la posta dolce. Noi preferiamo quella dolce così ecco gli ingredienti e la procedura!!!

Ingredienti:

400 gr di farina per dolci

200 gr di burro

100 gr di zucchero a velo

50 gr circa di acqua fredda

6 mele (possibilmente renette)

Cannella a piacimento

1/2 limone

Procedimento:

Per prima cosa fate una “fontanella” con la farina su una madia, aggiungete il burro a pezzetti e lo zucchero e mischiate un po’. Poi aggiungete l’acqua e impastate finché non otterrete in panetto omogeneo.

Una volta fatto il panetto mettetelo in frigo per circa 30 Min.

Mentre il panetto è in frigo tagliate circa sei mele a cubetti, mettetele in una ciotola di vetro, bagnatele con il succo di mezzo limone e aggiungete un po’ di zucchero, la cannella e se volete del burro. Noi spesso la facciamo senza aggiungere nulla e il gusto rimane comunque buonissimo… Ma con la cannella è ancora più buona!

Togliete l’impasto dal frigo e tagliateli in due.

Stendete una delle due metà facendo un sfoglia piuttosto sottile. Mettetela sul fondo di una tortiera. Aggiungete le mele tagliate e stendete la seconda sfoglia.

Se la sfoglia dovesse rompersi un po’ e fare dei buchi non vi preoccupate. Con la pasta che spesso avanza noi facciamo dei piccoli pezzi a forma di cuore, fiore o che altro che usiamo per decorare e per coprire i buchi che a volte si fanno stendendo la pasta!

Infornate a 175 gradi per circa 50 minuti (dipende dal vostro forno)

Una volta cotta lasciatela raffreddare e spargete un po’ di zucchero a velo.

Il grandissimo problema di questa torta è che è talmente buona che è praticamente impossibile aspettare che si raffreddi prima di mangiarla!

Questa è la versione con la pasta dolce che rimane più friabile, se volte fare la versione senza zucchero nell’impasto, la pasta rimarrà più elastica ma comunque buonissima

Provate a cucinarla e fateci sapere se vi è riuscita bene così manderò alla zia Maria in America i vostri commenti!!!

Caio P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *