• Mer. Nov 30th, 2022

Amiâ Zena

Genova è la città più bella del mondo!

Gran Ristoro Sottoripa

Diwp_1070568

Gen 8, 2021

Ciao Pirati dei Ratti!

Oggi voglio parlarvi del Gran Ristoro, un paninaro nel centro storico di Genova.

La prima volta che andai c’era una fila formata da 20/25 persone che aspettavano il loro turno per ordinare un panino, a quel punto pensai che era un po’ esagerato aspettare così tanto per un panino ma quando assaggiai il mio pensai che la coda per aspettare poteva essere anche di 50 persone e avrei aspettato comunque!

La vetrina era piena di colori, puoi comporre 150 tipi di panino diversi, scegliendo tra salumi e condimenti tutti di qualità!

Quando fu il mio momento di scegliere ero molto indeciso, e credo sia una cosa che capita a tutti tutte le volte!

Come si fa a scegliere tra salame, funghi alla boscaiola, vitello tonnato, cima alla genovese, filetto baciato, prosciutto Sabino, ‘nduja… per non parlare di fontina, gorgonzola, provola… l’unico modo è tornare molte volte e provare tutte le combinazioni!

Scelta difficile

La prima volta scelsi prosciutto crudo e provola dolce, mentre la seconda arrosto di tacchino condito con provola condita! Il pane è fresco e morbido, ma con la crosta friabile.

Il gestore, Stefano, è una persona che conosce bene il suo lavoro e anche molto gentile; ricordo che una mattina arrivammo alle 7:00, stavamo andando a pescare in diga, andammo a vedere se era aperto per fare colazione ma era conta chiuso, la serranda aperta a metà. Dentro c’era Stefano che stava facendo le pulizie e preparando il locale per aprire. Ci vide e ci disse “ragazzi siamo ancora chiusi ma un panino a due pescatori non si nega mai!” Mi fece un panino buonissimo, bresaola e funghi alla boscaiola, che mangiai sulla panchina del porto antico prima di imbarcarci per la diga foranea! Quella fu una delle colazioni più buona della mia vita!

Ricordo che qualche mese fa andammo a prendere un panino io papà e mia sorella, davanti a noi c’era un signore che chiese un panino “tutto ‘nduja”! Stefano lo guardò e gli disse: “sei sicuro???” Qualche minuto dopo vedemmo quel signore tutto rosso in faccia alla ricerca disperata di acqua per spegnere il fuoco che aveva in bocca!

Non tutti lo sanno ma una leggenda narra che quando Cristoforo Colombo partì alla ricerca delle indie aveva la stiva piena di panini del GRAN RISTORO… peccato che partì da Palos!!!

Ma tutte le leggende hanno un fondo di verità!

Tre Caravelle

In conclusione se vi capita di passare in Sottoripa e vedere una lunga coda, non disperate, aspettare il vostro turno, prendetevi la vostra buona mezz’ora per scegliere i gusti e gustatevi il panino più buono di Zena!

P.

Vi ricordo che per inserire commenti non è necessario registrarsi al sito, una volta inserito il commento basta cliccare su commenta o rispondi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *