• Mer. Nov 30th, 2022

Amiâ Zena

Genova è la città più bella del mondo!

Ciao Pirati dei Ratti!!!

In questi giorni a scuola durante le lezioni di musica, abbiamo studiato e visto l’opera Il Barbiere di Siviglia! Mi piace il fatto che il Conte di Almaviva si traveste in tutti i modi possibili per fregare Don Bartolo e per conquistare la sua amata… però 2 ore e 53 minuti di canto, e musica classica sono un po’ PESANTI… meglio andare al concerto dei Linkin Park 🙂

Visto che i miei genitori, quando ho i capelli lunghi, mi dicono sempre che ho un gatto testa (e lo chiamano Fuffi) mi hanno obbligato a tagliarmeli! Anche se io non voglio perché con i capelli lunghi mi sembra di essere Goku e di potermi trasformare in Super Sayan!

Così visto che dovevamo andare alla Coop in Corso Europa abbiamo deciso di andare da “AESSE parrucchieri”, ormai tappa fissa quando dobbiamo tagliarci i capelli!

Come sempre il negozio era super pulito e tutte le ragazze erano impegnate, chi a tagliare i capelli, chi a lavare chi ad asciugare. Abbiamo aspettato cinque minuti che Stefano finisse di tagliare i capelli ad una signora e poi è stato il nostro turno, prima papà poi io!

Quando è stato il mio turno Stefano mi ha chiesto come volevo tagliare i capelli, io gli ho chiesto di tagliare ai lati corti e un po’ lunghi sopra, così posso fare un po’ di ciuffo ma quando esco dalla piscina si asciugano subito.

Mentre mi tagliavo in capelli la Biba veniva sempre a vedere cosa facevo e andava avanti indietro dalla mamma e papà a dire: “ho i capelli lunghi che mi fanno sudare…” in realtà ha i capelli corti a caschetto ma voleva farseli tagliare anche lei! Così a forza di insistere papà ha chiesto Alla Riccia, se poteva tagliare la frangetta. Cinque minuti dopo la frangetta era apposto e la biba aveva smesso di stressare tutti! 🤣

In conclusione, se dovete tagliare i capelli e volete essere sicuri di uscire con un taglio perfetto, vi consiglio fa andare da Stefano e le ragazze di AESSE parrucchieri, sono certo che uscirete super soddisfatti!

Ciao P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *